Back to Puglia: focaccia ripiena  di cipolla e olive

il

Lunedi sera e la mia testa (e non solo lei..) è già proiettata alla pizza del fine settimana, quella che ci si concede anche quando si cerca si rispettare una dieta ipocalorica.

Normalmente, per accontentare tutti i palati, mi cimento nella classica focaccia – e bada bene focaccia, non pizza – farcita; salsiccia, patate, salame piccante, olive, melanzane… Qual genere che “mangio l’ultimo pezzettino” e ne hai già tra le mani un altro ancora! Ogni tanto però mi riviene in mente LEI, acquolina in bocca e occhi chiusi: la focaccia ripiena. Non una qualsiasi ma proprio quella con tanta cipolla, olive nere e pomodorini. Solo al pensiero ho già fame!

Per una focaccia media, per un paio di persone, utilizzo:

500 gr di farina 00, circa 200 ml di acqua tiepida, un panetto di lievito fresco, sale, olio evo.

Per la farcia: 1 kg di cipolla rossa, 200gr di pomodorini, olive nere, sale, origano , olio evo.

Per prima cosa sciogliamo il lievito in un po’ di acqua tiepida, andremo a versare questo composto alla farina. Aggiungiamo due cucchiai di olio e infine il sale. Amalgamiamo il tutto in una ciotola ma dovremo comunque lavorare l’impasto per una decina di minuti su di una spianatoia per far si che la lievitazione si attivi, e l’impasto incorpori quanta più aria possibile. Una volta lavorata la nostra preziosa pasta, la lasciamo riposare minimo un’ora in un luogo caldo e asciutto, magari in un canovaccio o in una ciotola coperta con della pellicola.

Fatto questo, sbucciamo la cipolla, la tagliamo a fettine e la mettiamo a cuocere in padella con i pomodorini, le olive tagliate a rondelle, il sale e l’origano. Se necessario aggiungete un po’ di acqua facendo attenzione però che il risultato finale non risulti troppo “brodoso” (in tal caso basterà lasciarla sulla fiamma ancora un po’ per far evaporare i liquidi). Quando la cipolla sarà quasi cotta spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare.

Trascorso il tempo di lievitazione, dividiamo in due parti quasi uguali l’impasto. Con la parte un più grande andremo a formare il disco di pasta per la parte inferiore della nostra focaccia aiutandoci con un mattarello. Uno spessore di 3 mm circa andrà bene per dare gran risalto al ripieno.. Aggiungiamo il ripieno di cipolla e copriamo con l’altro disco di pasta. Per chiudere per bene il bordo basterà tirare un po’ la pasta da entrambe le parti, andando a unire i due lembi e richiudendo verso l’interno. Ognuno trova il metodo migliore provando.. La lavorazione e la dimestichezza con la pasta lievita è qualcosa che si acquisisce con il tempo, con l’amore che ogni volta si riversa in quel maneggiare ingredienti e impasto.

Ci siamo quasi! Accendiamo il forno a 220° e nel frattempo possiamo farcire la superficie della focaccia con delle fette di pomodoro e origano, ricordandoci di bucherellare qua e là la pasta per evitare che si gonfi in cottura. 20′ e la nostra pizza e pronta. La farcia è già cotta, avremo solo bisogno che si cuocia la parte esterna.

380169_2773681031261_943070671_n

Capirete che è quasi pronta quando il profumino di cipolla si sarà attaccato prepotentemente su capigliatura, tende e abiti e quando la superficie della focaccia sarà ben dorata e invitante.

Questa focaccia è ottima tiepida, anche perché si rischia un’ustione di terzo grado con tutta quella cipolla, e accompagnata magari da un bel bicchiere di vino rosso, uno di quelli sfusi, con poche pretese ma degni accompagnatori di questa delizia made in sud!

N.B. Di olive nere se ne trovano di tanti tipi. Io preferisco quelle pugliesi, dal sapore amarognolo e belle carnose. In alternativa sono ottime anche le Kalamon (io prendo quelle a marchio coop), o le Taggiasche da lasciare però intere perché molto piccole e difficili da staccare dal seme.  Le classiche olive nere da supermercato, quelle NERE DAVVERO a me, personalmente, non piacciono, ma de gustibus, ovvio!

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. pasqualedefalco ha detto:

    Che buona !!

    Se non disturbo lascio mio blog
    https://oltreilmangiare.wordpress.com/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...