La crostata del dì di festa

Ci sono piatti, sapori o semplicemente odori che spesso ci rimandano a qualcosa di familiare, di conosciuto, di buono. Quei piatti vengono definiti i piatti “della memoria” perché sono in grado di riportarci immediatamente in luoghi visitati, situazioni e persone a noi care. Bene, questa crostata ha un po’ questo effetto: un salto nel passato a domeniche dai nonni, merende soleggiate a giocare nel giardino fiorito, l’eco delle partite di calcio di sottofondo. Pietre, fiori, piatti di foglie spezzate, giochi da bambini.

Un dolce semplice, di quella buona semplicità che scalda il cuore e che sta bene in ogni momento: la crostata con la ricotta e pezzettini di cioccolato fondente.

Per la base di frolla ho utilizzato: 300 gr di farina, 100 gr di zucchero, 100 gr di burro, 2 uova, 1 cucchiaino di lievito.

Per la farcia: 500 gr di ricotta mista, 2 tuorli d’uovo, vanillina, 150 gr di zucchero a velo, scorza d’agrume, 50 gr di pezzettini di cioccolato fondente.

Per prima cosa ho preparato la base della frolla unendo su di una spianatoia alla farina le due uova aiutandomi con una forchetta o con le dita – andando ad incorporare la farina alle uova -;  ho poi amalgamato tutto il resto, compreso il burro a pezzetti (lasciato precedentemente a temperatura ambiente). Quello che ne risulta è una palla liscia che ho lasciato in frigo per una mezz’ora, avvolta con pellicola, affinché diventasse soda e compatta. Nel frattempo ho lavorato per bene la ricotta con le uova, lo zucchero (quello semolato può andar bene ugualmente), e la cioccolata.

Trascorsi 30′ ho preso la base di frolla e l’ho stesa con un mattarello, aiutandomi con della farina per evitare che si incollasse sul piano di lavoro. Mezzo centimetro di spessore circa, ho adagiato la pasta sulla teglia da forno e ho livellato i bordi con un coltello. Ho versato la crema di ricotta precedentemente lavorata e con gli avanzi di pasta ho creato le losanghe da agiare su per rendere questa crostata ancora più invitante.  170° per circa 40′ ed è pronta!

Viene da sé che è meglio far riposare questo dolce anche un giorno intero prima di servire in modo da darle il tempo di compattarsi per bene; inoltre potete spolverizzarla di zucchero a velo e servirla anche a merenda per i bimbi. Un sapore goloso ma delicato che fa sempre breccia nel cuore dei golosi e non.. Provare per credere!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...