Focaccia stracchino e patate

Ed eccomi qui, nuovamente a scrivere di gusto!

Oggi senza tanti giri di parole voglio postare la ricetta di questa focaccia per sottolineare soprattutto il tipo di farine utilizzate e la riuscita. Solitamente utilizzo la sola farina bianca per panificati, questa volta invece ho unito in parti uguali, questa farina e la semola di grano duro, solitamente utilizzata per fare la pasta fatta in casa. Devo dire che il risultato è stato sublime.

Per l’impasto ho utilizzato 250 gr di farina 0, 250 gr di semola di grano duro, acqua tiepida qb, una bustina di lievito secco, un cucchiaino di zucchero, un cucchiaio di sale.

Farcia: 4 patate medie,  100 gr di stracchino. 100 gr di mozzarella, olio di oliva, rosmarino, sale fino.

Uniti tutti gli ingredienti fino a formare un composto appiccicoso, ci spostiamo quindi a lavorarlo su di una spianatoia, aggiungendo pian piano un po’ di farina per farlo staccare dalle mani e riuscire a lavorarlo per bene sul legno. Dopo qualche minuto il risultato è una palla morbida ed elastica che metteremo a lievitare in una ciotola oliata e coperta da pellicola in un luogo al riapro da sbalzi di temperatura. Con questo clima ormai mite la pasta può lievitare anche solo un’ora. Nel frattempo sbucciamo le patate, le tagliamo a fette e le immergiamo in acqua per favorirne la cottura in forno. Preriscaldiamo il forno a 180°.  Trascorso il tempo di lievitazione ungiamo la teglia che utilizzeremo e vi adagiamo su la pasta che andremo a stendere con le mani, allargandola pian piano verso i bordi. Andiamo poi a distribuire lo stracchino cercando di spalmarlo grossolanamente e aggiungiamo le patate. Concludiamo con il sale in superficie, del rosmarino e un giro di olio di oliva. In forno a 220° per circa 20′: non starei su temperature più alte per non rischiare che la pasta venga stracotta a fronte della cottura delle patate. Quando ci rendiamo conto che ormai ci siamo quasi, aggiungiamo la mozzarella che a prescindere, sulla pizza, non può mancare!

Consiglio di aspettare qualche minuto per non ustionarvi il palato, vale la pena se volete gustare la focaccia anche dopo il primo boccone e non avere le papille anestetizzate…

P.s. Piccoli suggerimenti gustosi: potete tranquillamente aggiungere della salsiccia; io la aggiungo a metà cottura oppure prima di infornare il tutto, la nascondo sotto le patate per non farla bruciare. C’è chi preferisce il sale grosso per un sapore più intenso…

Have a good PIZZAAA!

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Riccardo Franchini ha detto:

    L’ha ribloggato su Food Wine Worlde ha commentato:
    http://www.luccafoodwine.com Collaborazione?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...