Come addolcire il rientro: crostatine con le pesche

Ferie concluse e poca voglia di rientrare in ufficio. La dispensa e il frigorifero sono ancora mezzi vuoti, ma riesco a trovare tutto l’occorrente per consolarmi.

Il dolce è tratto! Già le immagino: delle allegre crostatine di cui le pesche saranno le protagoniste indiscusse.

Ci sono degli alimenti che inevitabilmente parlano d’estate: per la loro stagionalità, ovvio,  ma anche e soprattutto in quanto compagni di pranzi fuori casa, spuntini sotto l’ombrellone e protagonisti di freschi dessert post cena. A ferie terminate inconsciamente mi affido a questi cibi per prolungare il ricordo del sole sulla pelle, la salsedine e l’odore di crema solare. Come le famose madeleine di Proust che per magia rievocavano un’infanzia lontana, io adoro far riecheggiare le vacanze agostane assaporando delle dolci e carnose pesche. Come spesso accade, un pomeriggio grigio diventa così il pretesto per armeggiare ai fornelli e ritrovare la pace interiore. E cosa c’è di meglio di un dolce che valorizza le pesche come pochi altri?

Per la preparazione delle mie crostatine ho fortunatamente a disposizione:

250 gr di farina, 150 gr di burro, 100 gr di zucchero di canna, mezza bustina di lievito per dolci, poco latte tiepido. 1 pesca per ogni crostatina di media grandezza.

Sì, non ci sono uova in questa ricetta. Mi piace questa versione perché la frolla rimane estremamente friabile e si sposa alla perfezione con la consistenza della frutta.

Come per la classica frolla, disponiamo su di una spianatoia la farina al centro e vi uniamo il burro a tocchetti e a temperatura ambiente, e tutti gli altri ingredienti. Il latte ci aiuterà ad impastare il composto che risulterà stranamente malleabile per una pasta frolla (chi ci proverà capirà di cosa parlo!).

A questo punto non resta che stendere la pasta da adagiare sui nostri stampi per crostatine, facendo aderire per bene la frolla ai bordini; sbucciamo una pesca e tagliamo delle fettine non troppo sottili che andremo a posizionare sulla frolla. Ultimo tocco, una spolverata di zucchero di canna per ottenere un leggero effetto caramellato che renderà le crostatine ancora più invitanti.IMG_1338

180° per circa 25’. Qualche minuto per evitare l’ustione e potrete gustarvi il film della vostra estate, magari seduti in terrazzo, il sole che pian piano si nasconde dietro i palazzi e quella leggera brezza che ci ricorda che….forse è ora di iniziare già a preparare la cena!

Per scoprire gli altri cibi dell’estate e tante fantastiche ambientazioni per la vostra casa e la cucina dei vostri sogni visitate https://www.dalani.it/lestate-a-tavola/

A prestissimo!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...